Classi di corrosività atmosferica

Esporre campioni rappresentativi delle parti metalliche del dispositivo di ancoraggio alla nebbia salina neutra in accordo con ISO 9227 per un periodo di 24 (‐0/+0,5) h. Asciugare per 60 (‐0/+5) min a 20 (± 2) °C. Successivamente ripetere la procedura, in modo che il dispositivo di ancoraggio sia soggetto in totale a 24 (‐0/+0,5) h di esposizione e a 60 (‐0/+5) min di asciugatura più un ulteriore esposizione di 24 (‐0/+0,5) h e asciugatura di 60 (‐0/+5) min. Esaminare il dispositivo di ancoraggio e verificare che soddisfi i requisiti di 4.2.1. Laddove sia necessario avere accesso visivo agli elementi interni, smontare il dispositivo di ancoraggio.

LineaSikura® ha deciso di risolvere il problema della corrosione utilizzando l’acciaio INOX. Tutti i componenti sono in acciaio INOX AISI 304 o 316.

La scelta di utilizzare esclusivamente acciaio inox, il cui costo, in funzione delle oscillazioni di mercato, è di 4-6 volte quello dell’acciaio Fe360, è motivata oltre che dalla resistenza alla corrosione, dal comportamento dell’inox in campo plastico. Questo fattore garantisce che i componenti assorbano una maggiore quantità di energia rispetto all’acciaio tipo Fe360. Le funi, le intestature e i tenditori sono in acciaio INOX AISI 316 lucidato.

Protezione alla corrosione

Tutte le parti metalliche dei dispositivi di ancoraggio devono essere conformi al 4.4 della EN 362:1992 relativo alla protezione contro la corrosione. Le parti progettate per esposizione permanente all’ambiente esterno devono avere una protezione contro la corrosione almeno equivalente ai valori di zincatura a caldo di cui al 4.4 della EN 362:1992.
Ovvero garantire uno spessore pari a 85 micron.